Donazione via SMS

Progetti

..

news

..

25 novembre


Giornata internazionale

per l'eliminazione della violenza contro le donne

 

STOP alla violenza sulle donne!

STOP alla violenza, su chiunque e a qualsiasi età!

 

La violenza sulle donne è intollerabile e inaccettabile. Inoltre la violenza domestica ha gravi ripercussioni anche per i bambini.

Da una parte essi soffrono nel vedere la madre maltrattata e spesso, a giusta ragione, hanno paura di essere picchiati anche loro. Dall’altra parte, integrano un modello comportamentale, dove il maschio picchia la femmina, modello che in tanti casi contribuisce a tramandare e a perpetuare questa modalità, sia di chi agisce, sia di chi subisce la violenza. La violenza diventa così troppo spesso l’unica risposta a sentimenti di frustrazione, rabbia e impotenza. È importante interrompere questo circolo vizioso! Anche attraverso un’educazione non violenta, per insegnare ai bambini sin dalla più tenera età che i conflitti possono essere risolti anche diversamente, senza botte e senza sofferenze.

 

Tramite la risoluzione numero 54/134 del 17 dicembre 1999, l’Assemblea generale delle Nazioni Unite ha designato il 25 novembre come Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne e ha invitato i governi, le organizzazioni internazionali e le ONG a organizzare attività volte a sensibilizzare l'opinione pubblica in quel giorno.

 

20.11.1989 - 20.11.2014

 

25°anniversario

 

Convenzione ONU sui diritti dei bambini

 

"Dici: è faticoso frequentare i bambini.

 

Hai ragione.

 

Aggiungi: perché bisogna mettersi al loro livello, abbassarsi, scendere, piegarsi, farsi piccoli.

 

Ti sbagli.

 

Non è questo l'aspetto più faticoso.

 

E' piuttosto il fatto di essere costretti ad elevarsi fino all'altezza dei loro sentimenti.

 

Di stiracchiarsi, allungarsi sollevarsi

 

Sulle punte dei piedi.

 

Per non ferirli."

 

Janusz Korczac


..

Alcune possibili risposte a domande difficili

 

Cari genitori, Cari adulti

 

In queste ultime settimane vi sarà forse successo di sentire, assieme ai vostri figli, delle parole come pedofilo o abusi sessuali. Come spiegare a un bambino il significato di queste parole senza spaventarlo?

 

Con i suggerimenti allegati, vorremmo darvi un aiuto concreto. Le parole proposte sono  scelte con attenzione in modo che risultino chiare e adeguate ai bambini.

 

Il silenzio non è prevenzione e nemmeno le rassicurazioni del tipo “non ti preoccupare, a te non succederà mai niente”, oppure “queste cose da noi non succedono”. Bisogna trovare le parole che possano rispondere alle domande dei bambini e dare loro delle competenze nell’ottica della prevenzione.

 

Chi fosse interessato può anche richiedere presso l’ASPI informazioni sui libri di Alberto Pellai dove questi argomenti sono trattati in modo approfondito.

 

Cos‘è un pedofilo?

Un pedofilo è una persona che dice di amare i bambini e vuole fare dei giochi con le parti private, intime del bambino o con le sue proprie parti intime.  Queste parti del corpo sono quelle coperte dal costume da bagno.

Nessuno ha il diritto di chiedere a un bambino di far vedere oppure toccare le parti private, intime del corpo. Se succede, è importantissimo raccontarlo al più presto a un adulto.

 

Cosa sono gli abusi sessuali?

Si parla di abusi sessuali quando qualcuno chiede a un bambino di vedere o mostrare, di toccare o fare toccare le parti intime, private del corpo del bambino oppure dell’altro. Queste parti del corpo sono quelle coperte dal costume da bagno.

Nessuno ha il diritto di chiedere a un bambino di fare veder oppure toccare le parti intime,  private del corpo. Se succede, è importantissimo raccontarlo al più presto a un adulto.

 

Potete scaricare qui i messaggi di prevenzione per i bambini.

 

Potete ascoltare qui l'intervista alla Dottoressa Caranzano su Rete Uno il 21.10.2014

..
..

Nobel della Pace a Malala Yousafzai!

 

Per la prima volta, un premio Nobel è stato attribuito a una minorenne: i nostri più sentiti complimenti a Malala Yousafzai che a solo 17 anni ha ricevuto il premio Nobel della Pace!

 

Che questa sua affermazione sia d’incoraggiamento a tutti i bambini e a tutti gli adulti che li aiutano a crescere:

“Un bambino, un insegnante, una penna e un libro possono cambiare il mondo.”

 

..
..
..

10 anni “Parole non dette” un traguardo importante!

 

Conferenza stampa

Martedì 11 marzo 2014 alle ore 10.30 presso la sala comunale di Mendrisio.

 

Maggiori informazioni

..
..

Educazione sessuale nell'infanzia e prevenzione della violenza sessuale

Una guida per i genitori e gli educatori di bambini da 0 a 6 anni.

 


È ora disponibile in formato PDF.

..
..

Video del Congresso

 

Tutti gli interventi dei relatori del Congresso "Il maltrattamento infantile, sguardi complementari" sono ora disponibili e visionabili in formato video.

..

La registrazione delle conferenze è stata resa possibile grazie alla generosità della Fondazione di beneficenza del Kiwanis Club Lugano

 

GUARDA I VIDEO

..
..

Informazioni

ASPI

Fondazione della

Svizzera italiana

per l'Aiuto,il Sostegno

e la Protezione

dell'Infanzia

 

 

via Povrò 16

6932 Breganzona

 

T. 091 943 57 47

F. 091 960 06 27

E. info@aspi.ch

Newsletter

..
Fondazione ASPI
 
Corner Banca SA
IBAN: CH75 8049 0000 2867 8200 1
..